Prodotti e piatti tipici a Marino

 Vino Marino DOP 28 sfumature di bianco.

Il vino che conquistò il sovrano più potente dell'Europa moderna, sgorga oggi copioso dalle fontane di Marino, durante la Sagra dell'Uva più famosa d'Italia.Era sbalordito il grande imperatore. Mentre osservava il calice tenuto in mano, sembrava essere rimasto incantato da quel vino di Marino sorseggiato in compagnia degli illustri commensali, fin quando deciso si alzò, affermando che quello era senz'altro il vino migliore di tutto l'Impero, un regno su cui si diceva non tramontasse mai il sole. Questo era il giudizio di Carlo V D'Asburgo, signore del Sacro Romano Impero in visita in Italia nel 1536.Nel corso della sua lunga storia, il vino Marino DOP (Denominazione di Origine Protetta), ha sempre potuto vantare i personaggi più eminenti dell'epoca tra i suoi tanti estimatori, fin quando nel 1925, il grande poeta e drammaturgo romanesco Leone Ciprelli, istituì la Sagra dell'Uva di Marino, celebrandone pubblicamente la bontà in un'atmosfera popolare e folkloristica. Da allora è puntualmente organizzata ogni anno la prima domenica di Ottobre, un evento davvero unico al mondo, in cui poter ammirare il "miracolo" profano delle fontane da cui sgorgano fiumi di quest'ottimo vino, oggi sapientemente tutelato dal "Consorzio Tutela Vino di Marino". La sua gloriosa fama trae origine dall'antica abilità dei contadini, che di generazione in generazione hanno saputo esaltare le eccezionali qualità di questo vino bianco in tante diverse tipologie, ciascuna delle quali a sua volta presenta ulteriori versioni. Così avviene per la tipologia di Bianco, Superiore, Classico e Classico Superiore, che comprendono ognuna le versioni Secco, Abboccato, Amabile o Dolce. Ulteriori varietà si possono assaporare per le tipologie Frizzante, Vendemmia Tardiva, Passito, fino allo Spumante, per un totale di 28 favolose tonalità di un unico incredibile vino. Davvero ce n'è per tutti i gusti! La gustosità di mangiarlo è incredibile, l'intensa dolcezza è stemperata amabilmente dal tenue retrogusto acidulo che conferisce al sapore una nota vivace squisitamente agrodolce, un lontano ricordo delle origini passate.

©  Paola Bartoloni


 Altri prodotti tipici della cucina marinese sono l'amatriciana e la carbonara, la porchetta, le coppiette di maiale, salumi vari. Fra i dolci ricordiamo i mostaccioli, le ciambelle al mosto (alla quale è dedicata una sagra ad ottobre).

 Per approfondire

È ubicata al sedicesimo chilometro dell'Appia Antica nell'area della D.O.C Marino.
Il nome "Riserva della Cascina" deriva dalle antiche mappe catastali del terreno che si propaga all'interno dell'omonimo parco per una superficie di circa 18 ettari, di cui 15 a vigneto allevato a filari. Il paesaggio, immerso tra le rovine della Regina Viarum e i Castelli Romani, è incantevole; il terreno è di origine vulcanica, idoneo alla coltivazione della vite: Riserva della Cascina

L'Azienda è situata nel Comune di Marino, località Frattocchie, nelle vicinanze del lago Albano e della Villa Pontificia di Castel Gandolfo.
L'attività enologica nasce nel lontano 1976 su un piccolo appezzamento di vigneto grazie all'iniziativa determinata di Paola Di Mauro, che arriva a produrre 10.000 bottiglie e a far apprezzare la qualità dei propri vini sia in Italia che all'estero: Colle Picchioni

Intervista a Paola Di Mauro proprietaria di un'azienda vitivinicola famosa in tutto il mondo per la produzione dei vini di Colle Picchione località Frattocchie Marino: Ho dovuto imparare, ricercare le sfumature che cambiano le cose...