Prodotti e piatti tipici a Genzano di Roma

Il rinomato pane casereccio, che è stato il primo pane in Europa ad ottenere il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta) è il vanto di Genzano, oltre a una grande varietà di squisiti dolci da forno come i tozzetti, bussolani, ciambelle al vino e all'olio, biscotti all'uovo, biscotti "brutti e buoni" e crostate.

Pane di Genzano il numero uno dei pani IGP

Da nobile regalo per principi e signori alle sagre popolari, cinquecento anni di storia e tradizione. Quando il principe Cesarini Sforza lo offrì in dono al Papa, erano ancora le "socce" i forni per eccellenza designati alla cottura di questo pane già allora tanto amato. Può presentarsi sotto forma di una classica pagnotta o di un filone, in cui un cuore di soffice mollica color avorio, è racchiuso da una sottile crosta scura e croccante dal profumo di grano.Sebbene siano trascorsi secoli dalle sue origini, si può assaporare il gusto autentico di questo pane ancora oggi, entrando in alcuni panifici storici di Genzano, che continuano ad utilizzare i vecchi forni del '600. Così l'antica tradizione è gelosamente custodita e portata avanti a cominciare dalla preparazione del lievito madre. Una seconda lievitazione assicura a questo pane la sua fragranza unica, incomparabile, il giusto equilibrio di sapori. Fin dal primo assaggio, si rivela incredibilmente armonioso il contrasto tra la crosta esterna al cruschello di grano, e l'interno morbido e spugnoso. Leggerezza e bilanciata sapidità sono caratteristiche che rendono questo pane ottimo da mangiare anche da solo e che, grazie alla particolare cottura, mantengono la loro fragranza nel tempo. Non c'è da stupirsi se è proprio il pane di Genzano, oggi tutelato dal Consorzio Tutela Pane Casareccio di Genzano, a vantarsi del primato europeo nella qualificazione di pane IGP (Indicazione Geografica Protetta).

© Paola Bartoloni


La cucina genzanese ha ripreso la tradizionale cucina romana, per poi arricchirla di piatti originari di altre regioni italiane, ed ha permesso lo svilupo di un prezioso, nonchè rilevante, turismo gastronomico.

 Sopra, Biscotti di Pasta frolla con marmellata

 


 

Per approfondire 

Nei Castelli Romani, la storia del pane è strettamente connaturata alla storia del mondo contadino; mentre, nel tempo, le migliorie apportate nelle tecniche di produzione, l’ottima qualità delle acque impiegate, il perfetto abbinamento con i piatti tradizionali della cucina castellana, ne hanno decretato il successo e la notorietà che durano ancora oggi: Castelli di pane