Lago Albano

Il più profondo dei laghi vulcanici italiani, il Lago Albano prende il suo nome non dal vicino comune di Albano Laziale, ma da Alba Longa, madre di Roma, che sorgeva proprio sulle sue sponde

lago albano

Viene anche chiamato Lago di Castel Gandolfo, perché nelle sue acque si specchia appunto la cittadina che ospita la residenza pontificia. Con i suoi 170 metri di profondità detiene il primato dei laghi vulcanici italiani ed è meta frequentata dagli amanti degli sport acquatici, in special modo canottaggio, vela e subacquea, mentre lungo i quasi 10 chilometri di perimetro delle sue basse sponde si incontrano spesso podisti in allenamento.

Ma non è solo per motivi sportivi che si frequenta il Lago Albano. L’amenità del paesaggio, la ricchezza della vegetazione e le testimonianze archeologiche e storico-artistiche lo rendono piacevole ed interessante meta di passeggiate rilassanti ed istruttive.

Un nuovo servizio messo a disposizione dal Parco Naturale Regionale dei Castelli Romani è il battello che consente ai visitatori di navigare lungo il cosiddetto “Sentiero dell’Acqua”, avvicinandosi in modo nuovo, semplice e coinvolgenti ai temi ambientali e storico-archeologici del Lago Albano. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito Internet del Parco.

Come tutti i bacini lacustri di origine vulcanica, il lago Albano non ha fiumi immissari, ma viene alimentato solo dalle piogge e da alcune sorgenti sottolacustri.
Nel 397 a.C. i Romani vi realizzarono una colossale opera di ingegneria idraulica: un emissario artificiale che consentiva alle acque del lago di raggiungere il mare e di controllarne così il livello.

Altre testimonianze di epoca romana sono il Ninfeo Dorico ed il Ninfeo Bergantino. Di epoca medievale sono invece il Convento di Palazzolo ed i pochi resti del Romitorio di S. Angelo.

Punti panoramici da cui si ammira il Lago Albano:

  • Dietro la chiesa di S. Tommaso (che si trova sulla piazza principale di Castelgandolfo) c’è un affaccio che consente una larga veduta sul Lago.

  • Da uno slargo accanto all’Hotel Miralago, su via Galleria di Sopra (la strada circumlacuale alta che conduce da Albano a Castel Gandolfo).

  • Dal Convento di Palazzolo

  • Lungo la Via dei Laghi si trovano diverse piazzole di sosta con belvedere.