Locanda Martorelli

La Locanda Martorelli un edificio storico che affaccia sulla Piazza di Corte, testimonianza del periodo di intenso traffico artistico che si ebbe ad Ariccia, quale tappa obbligata del Grand Tour d'Italie nell'Ottocento. Nel 1820, venne trasformata da Antonio Martorelli in locanda e frequentata fino al 1880 da numerosi pittori e letterati dell'epoca, che erano attratti dalla bellezza pittoresca della cittadina e dal Parco Chigi.

Divenne in poco tempo una sorta di Accademia "en plein air", vi soggiornarono artisti di fama quali Turner, Corot, ed il russo Ivanov. All'interno sono visibili il ciclo di dipinti murali del pittore polacco Taddeo Kuntze, che illustrano la storia mitologica del paese: La tentazione di Ippolito, La morte di Ippolito, La caccia di Diana, Il sacrificio a Diana, La congiura contro Turno Edornio, La morte di Turno Edornio, La battaglia del Lago Regillo, La Ninfa Egeria e Numa Pompilio.

(c)archeoclubariciaNel 1988,è stata acquistata dal Comune ed è divenuta, in seguito a profondi restauri, sede di mostre artistiche.

La locanda è aperta al pubblico e visitabile.

 

 

 

 

 

 

 

Indirizzo: Piazza di Corte 4, Ariccia

LAT/LONG: 41.7211083 12.6726413

Per info e prenotazioni visite

Archeoclub d'Italia sede Comprensoriale Aricino-Nemorense

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; cell: +39 388 3636502

Facebook: Archeoclub Aricino-Nemorense

Sito: archeoclubaricia.wix.com/aricinonemorense