Parco Regionale dei Castelli Romani

Fondato con la Legge regionale 2/1984, ilParco Regionale dei Castelli Romani è una delle aree storico-naturalistiche di maggiore rilievo della Regione Lazio, la cui ricchezza di ambienti, spesso molto diversi tra loro, costituisce un interessante traino turistico.

Sin dalla sua fondazione, l'Ente Parco ha trovato la sua sede rappresentativa nella storica Villa Barattolo di Rocca di Papa, che ricopre non solo le funzioni meramente istituzionali, ma offre percorsi guidati nella natura, pannelli espositivi, e non di rado ospita corsi - aperti al pubblico - sulla cultura micologica, sulla preservazione dell'ambiente e sulle tematiche naturalistiche.

Il Parco Regionale dei Castelli Romani occupa una superficie di circa 15.000 ettari, divisi su quindici comuni dei Castelli Romani (rispetto alla composizione tipo, infatti, gli unici assenti sono Ciampino e Colonna, stante la loro maggiore vicinanza a Roma), con una altimetria che varia dalla pianura velletrana, fino ai picchi rocchigiani del Monte Cavo e del Monte delle Faete, e che comprende due zone umide, quelle dei laghi Albano e di Nemi, entrambi di origine vulcanica.

Visita il sito web del Parco Regionale dei Castelli Romani