Porta Pretoria

Situata al centro dell’odierno nucleo urbano, la Porta Pretoria costituiva l’ingresso principale all’accampamento della Legione Partica; i suoi resti sono stati portati alla luce in seguito ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Il fronte era rivolto verso la via Appia, decorato da statue ed ornamenti architettonici di cui oggi sono ancora visibili alcuni frammenti. È stata realizzata su base quadrata da blocchi in peperino; alta 14 m. e larga 36 m., è costituita da tre fornici protetti ai lati da due avancorpi o torri rettangolari, ed alcuni studi suppongono che fosse articolata su due piani, con accesso al piano superiore mediante delle scalinate realizzate in legno, materiale utilizzato probabilmente per le stesse porte.

Il fornice centrale, il più largo, era destinato al passaggio dei carriaggi, della cavalleria e dei soldati in assetto di guerra, mentre i due fornici laterali erano riservati al passaggio dei pedoni. Anche la Porta Principale Sinistra (come del resto tutta la cinta muraria) presentava la struttura in opera quadrata; era costituita da tre fornici, di cui si conservano ancora quello centrale e quello laterale destro e da una posterula, tuttora visibile.

Aperta al pubblico, ulteriori informazioni presso il Museo Civico.

Indirizzo: Via Alcide de Gasperi, tel:06 93 23 490

LAT/LONG: 41.729515 12.6588567