Storia di Colonna

Il nome del paese deriva probabilmente dai resti di un'antica colonna romana e dunque non - come molti credono - dalla famiglia Colonna: infatti il nome Columna viene già citato in un documento del 1047, antecedente alla nascita dell'antica casata; sarebbe invece proprio il nome della nobile famiglia a derivare dal Comune, quando nel 1101 Pietro dei Conti di Tuscolo riceve in eredità il territorio di Colonna, acquisendo il nome di Petrus de Columna.

Le origini del paese sono antiche, come indicano i resti risalenti all'età del bronzo, ma il primo nucleo abitato viene attestato durante il periodo romano, in Labici Quintanense, fondata in seguita all'espugnazione della città latina Labicum, sconfitta nel 414 a.C. dai Romani guidati da Quinto Servilio Prisco. Dal IV secolo Labici Quintanense diventa sede episcopale, ed inizia un intenso periodo di ricchezza e splendore, interrotto all'incirca nel 1111 dalle invasione barbariche, dalle epidemie e dalle carestie.

L'attuale nucleo abitato nasce in quel periodo, quando la popolazione per scappare a pestilenza, fame ed aggressioni, si rifugia sul colle dove oggi sorge il centro storico. La nobile famiglia Colonna dal 1101 ha abitato nella cittadina e qui ha costruito il proprio castello. Ma i Colonna erano ghibellini ed i loro contrasti con la Chiesa furono tali da spingere infine il papa Bonifacio VIII ad ordinare, nel 1298, la distruzione di tutto il territorio e la confisca di molti beni dei Colonna.

Dopo circa un decennio Papa Clemente V restituì ai Colonna il suo feudo (Castrum Columnae), che la famiglia mantenne fino al 1662, quando lo vendette al cardinal Ludovico Ludovisi. Questi lo cedette nel 1710 ceduto a Giovanbattista Rospigliosi, principe Pallavicini. Nel 1849 i principi Pallavicini rinunciano ai diritti baronali e Colonna diviene Comune.

Durante la Seconda Guerra Mondiale Colonna fu sede di un comando militare tedesco e per questo venne ripetutamente bombardata.

Per approfondire:

Un piccolo insediamento, sospeso nell'ampio paesaggio che domina, costituito da campagna e vigneti a cui fanno da sfondo i monti Tiburtini, Prenestini e i Colli Albani:: Colonna

Un nuovo tipo di uva chiamata Uva Italia (oggi una delle più apprezzate uve da tavola, sia per l'aspetto, che per il gusto, oltre che per la sua notevole resistenza a manipolazioni e trasporti), caratterizzata da grappoli grandi, consistenti, di un bel colore giallo dorato e da un gradevole e delicato sapore di moscato.: Colonna dell'Uva Italia...