Eventi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per approfondire

Riprodurre e immortalare poeticamente, prosaicamente, visivamente, musicalmente e coreuticamente le espressioni che dalla tradizione sedimentata andavano alla mente e dalla mente al corpo tutto quanto, fuoriuscendo in pose, passi e discorso danzato fu senza dubbio una delle più provocanti sfide che i viaggiatori italiani in Italia o stranieri in Italia accettarono e su cui si cimentarono. Anche nei Castelli Romani, una volta ricchi di codeste, tangibili offerte artistiche: Musiche a danza e balli

Il Natale è festa della prima famiglia, della prima casa, della giovinezza e per la nostra generazione, nata povera e non consumistica - oltre a conservare intatto il valore religioso, sottolineato dai piccoli presepi fatti da papà - era un'occasione per rompere la grande e generale dieta a cui ci obbligava la secolare miseria e per lasciarsi andare come Tantalo che finalmente riusciva a vincere la sua condanna!: Natale sul filo dei ricordi...

L’economia vitivinicola ai Castelli: storia e tradizione, alla scoperta di cosa “sta dietro” alle feste e sagre dell’uva e del vino: Terreno fertile per le feste dell'uva

Parte seconda: Dalla concessione di terre alla repressione fascista: Terreno fertile per le feste dell'uva

Terza e ultima parte: Dalla vigilia del Secondo Conflitto Mondiale ai nostri giorni: Terreno fertile per le feste dell'Uva